Proseguendo la navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie necessari per fornirvi offerte e servizi in linea con i vostri interessi. Per saperne di più consultate la nostra Privacy Policy OK

Deficit di Testosterone



Il deficit di testosterone (TD) è una condizione clinica comune causa di sintomi sessuali e non sessuali. Basse concentrazioni nel sangue di testosterone prevedono significative conseguenze sulla salute, come il diabete, la sindrome metabolica, alterazione ossee, perdita della memoria, depressione, deficit erettile e un aumento della mortalità. Il trattamento con la terapia di testosterone (TTH) migliora efficacemente i sintomi, con un impatto positivo sulla composizione corporea e la densità ossea.

Non vi è alcun valore del testosterone nel sangue che identifica in modo affidabile gli uomini che risponderanno al trattamento da coloro che non lo saranno. Gli andrologi devono esercitare il proprio giudizio clinico nel fare la diagnosi di TD tenendo conto di molteplici fattori. Il primo il più ovvio è quello legato al singolo paziente. Vi sono uomini che con valore medio- basso di T per tutta la vita svolgono le loro funzioni vitali, fisiogiche nel modo migliore. Quello è il loro Valore normale di T e non va istaurata alcuna terapia. L’ età peraltro è un altro fattore importantissimo da considerare. Se mentre un valore di 5 può andare bene per un sessantenne certamente non lo è altrettanto per un giovane di 20 anni. In quel caso ci aspetteremo di trovare un valore più vicino a quelli massimi della scala di normalità. Non solo se il paziente sta attraversando un periodo particolarmente stressante della su a vita in cui ha registrato degli insuccessi nel lavoro oppure nello studio o addirittura in amore, può avere un calo del testosterone che in questo caso non va trattato farmacologicamente o almeno non subito. Un colloquio con l’andrologo e/o con lo psico-sessuologo potrebbero essere sufficienti ad uscire dal tunnel negativo.

Per quanto riguarda la terapia sono disponibili diverse formulazioni di testosterone , ciascuno con vantaggi e svantaggi (il gel appicato sulla cute risulta essere quello più affidabile). Nel complesso, la TTh è relativamente sicura ma i rischi, come il possibile l’ aumento del numero dei globuli rossi, rende il controllo a lungo termine obbligatorio. Un dato molto importante che ha avuta una evidenza scientifica purtroppo solo recente è che la terapia con il testosterone non determina aumento dei rischi cardio-vascolari ed anzi potrebbe essere addirittura protettivo. Un altro mito negativo pure recentemente è stato sfatato: la terapia con testosterone non determina un aumento di incidenza del tumore della prostata.

La funzione che svolge il testosterone è centrale nella vita dell’ uomo e una sua alterazione può alterare un equilibrio che nella terza età è sempre più precario. Tutti i giorni noi andiamo a verificare come appare più giovanile ad esempio un settantenne con una buona attività sessuale e quindi con buon valore del testosterone rispetto ad un suo coetaneo che per svariati motivi “ha deposto le armi” e la sua sessualità è un ricordo oramai lontano.