Proseguendo la navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie necessari per fornirvi offerte e servizi in linea con i vostri interessi. Per saperne di più consultate la nostra Privacy Policy OK

Stile di vita e deficit erettile



Spesso i pazienti mi chiedono: dottore sono stupito, com’è possibile che a volte non riesco ad avere un buon rapporto sessuale?

A questo punto mi torna sempre alla mente un bellissimo lavoro scientifico realizzato per conto della Società Italiana di Andrologia in cui venivano spiegate le innumerevoli tappe che si susseguono fino al verificarsi del fenomeno erettivo nel maschio.
Vi sono menzionate le molteplici reazioni chimiche, bio-umorali, ormonali che in modo armonico e coordinato permettono all’ uomo di potersi accoppiare. Sono tali e tanti i passaggi, che la vera meraviglia è per come sia possibile che tutto funzioni così perfettamente ed ogni tassello si incastra al posto giusto.

Perché una premessa così articolata? La risposta è nella difficoltà a fare una corretta diagnosi e soprattutto a prescrivere una terapia che sia non solo efficace sul sintomo ma anche curativa.

Compito dell’andrologo è somministrare dei farmaci adeguati alle condizioni del paziente, ma se il clinico non saprà proporre anche un adeguato cambiamento dello stile di vita sicuramente tutto è destinato al fallimento. A questo punto se non vi è reale collaborazione del paziente sarà molto difficile avere una soluzione della patologia e soprattutto risultati duraturi nel tempo.

Cambiamenti dello stile di vita significa fare molto più esercizio fisico (sono sufficienti anche lunghe passeggiate a passo veloce), evitare di esasperare la pratica amatoriale di sport come il ciclismo o il motociclismo che prevedono una prolungata postura seduta, praticare una alimentazione più sana ( dieta ricca di fibre, povera di grassi e con contenuto calorico adeguato al proprio metabolismo, pasti serali più leggeri, abolizione di alcolici e superalcolici), una vita sessuale regolare ( evitare il coito interrotto, rapporti con intervalli troppo brevi o viceversa troppo lunghi), smettere di fumare in modo definitivo.

Solo se il paziente comprende l’importanza di dare una svolta alla sua vita non delegando tutto all’ efficacia di una pillola, i risultati saranno sorprendenti. In questo caso, al vantaggio di riappropriarsi di una buona vita sessuale si associerà una qualità della vita sicuramente superiore i cui benefici effetti si manifesteranno non solo in famiglia ma anche nel lavoro e nei rapporti sociali.