Proseguendo la navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie necessari per fornirvi offerte e servizi in linea con i vostri interessi. Per saperne di più consultate la nostra Privacy Policy OK

Testosterone ed obesità



Oramai è certo l’obesità è correlata all’ ipogonadismo.

Che cos’è l’ipogonadismo?
Non è altro che la diminuzione patologica dei livelli nel sangue del testosterone, l’ormone maschile per eccellenza, che anche nella donna ha una importanza notevole. Il testosterone riveste un ruolo centrale nel benessere della vita. In caso di valori bassi se lo si somministra si verifica una diminuzione del peso corporeo che avviene attraverso molteplici percorsi: aumento dell’energia che comporta una maggiore determinazione a praticare una dieta, diminuzione della depressione collegata all’obesità. Inoltre il testosterone migliora il sorriso, il tono muscolare, l’elasticità della pelle ed attraverso un meccanismo anti-infiammatorio svolge un effetto di prevenzione delle patologie cardio-circolatorie.

Infine e non da ultimo accentua il desiderio sessuale e nel maschio l’erezione. Basterebbe questo a fare un monumento al testosterone. Ma vi sono ancora tantissimi ruoli che questo ormone svolge nell’organismo umano. Ecco perché una dieta sana senza eccessi, magari quella mediterranea soft, può migliorare i tassi ematici di tale sostanza e diminuendo di peso (soprattutto il giro vita) innescare un circolo virtuoso che si auto-alimenta e, sia nell’uomo che nella donna (soprattutto questa dopo la menopausa), migliorare il gusto di vivere e perché no la propria sessualità.